Ciclismo su strada

Quello su strada è uno dei più grandi classici del ciclismo, nasce come sport all’incirca nel 1855 allo scopo prettamente commerciale di sponsorizzare il primo modello di bici a pedali, la famosissima “Michaudina”. Di lì a poco lo sviluppo innovativo di questo mezzo è stato un continuo crescendo e con esso è aumentato anche lo spirito agonistico.

Le date più importanti del ciclismo su strada sono tre (una a dire il vero è particolarmente rilevante sopratutto per noi italiani):

  1. 1869 nasce in Francia la Parigi – Rouen, vi partecipano 304 concorrenti e la distanza da percorrere è di 126 km, da Parigi per l’appunto fino a Rouen. Sarà vinta dal veterinario inglese James Moore.
  2. 1903 nasce il Tour de France, prendono parte all’avvio 84 corridori, lo termineranno in 21 per un percorso di sei tappe e 2 428 km. Il primo Tour della storia sarà vinto da Maurice Garin.
  3. 1909 nasce il Giro d’Italia grazie alla sponsorizzazione della “La Gazzetta dello Sport”. Vi partecipano 127 corridori ma solo in 49 termineranno il giro della durata di 8 tappe e 2 448 km. La vittoria sarà di Dario Beni.

Ad oggi sono presenti più “specialità” del ciclismo su strada:

  • corsa in linea, della durata di un giorno, dai 200 ai 300 km;
  • corsa al cronometro, dai 60 i 70 km circa;
  • corse a tappe, si svolgono in più giorni;
ciclismo su strada